DISABILITY FRIENDLY

DISABILITY FRIENDLY

Il progetto si rivolge ai titolari dei servizi commerciali coinvolgendoli attivamente in un cammino di conoscenza e accoglienza delle persone con disabilità cognitiva e motoria

PROGETTO: ABILMENTE COMMERCIANTI

Descrizione

Referenti : Associazione “Famiglie e Abilità”, dott. Visentin Laura, sig.ra Boran Alessandra, presidente” Famiglie e Abilità”, Pietro Martire, presidente “ Oltre il muro”

Descrizione: il progetto si rivolge ai titolari dei servizi commerciali coinvolgendoli attivamente  in un cammino di conoscenza e accoglienza delle persone con disabilità cognitiva e motoria.

Obiettivo: Il progetto che andremo a sviluppare ha tali obiettivi:

  • far conoscere ai commercianti sia le difficoltà sia le potenzialità proprie di ogni persona con disabilità cognitiva e motoria.
  • offrire ai commercianti la possibilità di essere parte integrante nell’accoglienza delle persone diversamente abili.
  • poter “usufruire”  delle strutture commerciali aderenti per le persone con disabilità raggiungendo così quelle abilità che permetteranno loro di essere autonomi anche nella spesa.

Modalità:

– PRIMA FASE: conoscenza della disabilità cognitiva e motoria

La dott.ssa Visentin illustrerà: le principali sintomatologie delle disabilità psichiche in età evolutiva, i vissuti psicologici del disabile psichico nei contesti sconosciuti, le difficoltà di comunicazione e le possibili strategie di comunicazione aumentativa-alternativa,  i possibili riscontri comportamentali dovuti alla sensazione di disagio (stereotipie, comportamenti problematici) per finire con le possibili strategie di lavoro sugli antecedenti per rendere i contesti sociali maggiormente inclusivi.

Il presidente Pietro Martire illustrerà le difficoltà ad accedere ad un locale per le persone con disabilità motoria, le necessità di adeguamento del locale, le strategie da adottare per renderlo accessibile.

 

– SECONDA FASE: sopralluogo c/o le strutture aderenti per individuare il posizionamento delle PECS ( tessere-immagini per la Comunicazione Aumentativa) più idonee.

Sopralluogo c/o le strutture per individuare il possibile posizionamento di adeguate soluzioni per l’abbattimento di barriere architettoniche eventualmente presenti.

 

– TERZA FASE: ricerca e creazione delle pecs più consone ai locali visionati e di opuscoli informativi da distribuire alla clientela.

 

– QUARTA FASE: posizionamento in loco delle PECS e consegna e affissione del riconoscimento di LOCALE DISABILITY FRIENDLY.

 

– QUINTA FASE: incontro di feedback sul DISABILITY FRIENDLY approssimativamente dopo 6 mesi dall’attuazione del progetto.

 

 

 

Che cos’è il riconoscimento DISABILITY FRIENDLY?

Concretamente è una targa o adesivo affissa all’esterno del locale che garantisce alle famiglie, alle persone con disabilità,a tutti coloro che sono interessati, la preparazione ma soprattutto la sensibilità del gestore.

Ciò permette un riconoscimento immediato a chiunque e una migliore predisposizione all’acquisto presso tale attività.

Seguirà una mappatura del territorio evidenziando le attività commerciali DISABILITY FRIENDLY che verrà distribuita presso enti pubblici e privati per un maggiore riconoscimento della struttura aderente all’iniziativa.

 

Richiesta informazioni

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003