MUSICAL IL PICCOLO PRINCIPE e PREMIAZIONE CONCORSO FOTOGRAFICO “L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI”

MUSICAL IL PICCOLO PRINCIPE e PREMIAZIONE CONCORSO FOTOGRAFICO “L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI”

L’associazione FAMIGLIE E ABILITA’ in collaborazione con il COMUNE DI DOLO, L’associazione ESSERE PROTAGONISTI, il GRUPPO INCANTO e la PARROCCHIA SAN ROCCO DI DOLO

PROGRAMMA:

ORE 20:15 PREMIAZIONE CONCORSO FOTOGRAFICO “L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI”
ORE 20:45 MUSICAL “L’INCANTO DEL PICCOLO PRINCIPE”

 

In occasione della giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo un musical e un concorso fotografico per approfondire la conoscenza dell’autismo e ricercarne l’essenziale.

Data e Ora

8 Aprile 20:15

Luogo

CINEMA TEATRO ITALIA di Dolo - Via Comunetto, 12

Materiale informativo

Scarica

Descrizione

Musical “L’incanto del piccolo Principe”

L’Incanto del piccolo Principe, questo è il titolo dello spettacolo, vuole essere un invito a volgere uno sguardo più profondo sul mondo, sulle persone, sulle nostre relazioni, uno sguardo pieno d’Amore, come quello di un bambino che con la suaingenuità è in grado di arrivare all’essenza vera delle cose.

Perchè il piccolo Principe nella giornata mandiale della consapevolezza dell’autismo?

Nessun testo non scritto per le persone con autismo è così vicino al mondo autistico!

Solitudine, ma bisogno di un amico paziente e sincero…

Amore, incondizionato, puro, semplice…

Ritualità per non vivere nell’ansia per non riuscire a comprendere il mondo, il caos…

Vivere le piccole cose…

“Se qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle, questo basta a farlo felice quando lo guarda”.

“Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi, alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! Ma se tu vieni non si sa quando, io non saprò mai a che ora prepararmi il cuore… Ci vogliono i riti”.

“In principio tu ti sederai un pò lontano da me, così, nell’erba. Io ti guarderò con la coda dell’occhio e tu non dirai nulla. Le larole sono una fonte di malintesi. Maogni giorno tu potrai sederti un pò più vicino…”

“Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comperano dai mercati le cose già fatte…”


Concorso fotografico “L’essenziale è invisibile agli occhi”

Un concorso che ha voluto spingere il partecipante adandare oltre l’evvidente per ricercare nel quotidiano l’essenza, l’anima, il particolare… ciòche fanno le persone con autismo, per le quali nulla è ovvio ma tuttoè speciale.

Sanno spingersi oltre il visibile per assaporare, ed a volte rimanerne turbati, l’essenza delle cose, il più piccolo ed invisibile dettaglio.

“La persona con autismo apparentemente sembra assente, insensibile, priva di fantasia. Ma se sappiamo intercettare i piccoli segnali con i quali cerca di comunicare, troviamo l’essenza della vita stessa, un’esplosione di sensi rispetto a ciò che la circonda che se da un lato le permette di vedere oltre il visibile, di udireoltre l’udibile, di sentire odori o percepire a pelle oltre l’umano modo, dall’altro provoca in lei sensazioni a volte dolorosissime che scatenano crisi neurologiche e cambiamenti d’umore improvvisi. Ricercare l’essenziale nella persona con autismo crea un circolo di benessere: la persona stessa trova comprensione, chi si pone al suo fianco e prova a coltivare la rosa scopre un mondo che credeva di aver perduto”.

Richiesta informazioni

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003